Norme particolari

In tutto il Bacino è vietato l’uso del pesciolino vivo o morto come esca. E’ vietato trattenere le catture di Luccio e di Carpa e ogni eventuale cattura dovrà essere prontamente rimessa in acqua, usando ogni precauzione durante le operazioni di slamatura. E’ fatto obbligo di utilizzare il cavetto di acciaio di lunghezza minima di cm. 20 nell’esercizio delle pesca con ami muniti di più ardiglioni (ancorette e simili).

Zona NO KILL: 

  • Fiume Retrone, nel tratto che scorre in comune di Creazzo tra il ponte della SP 35 e il ponte della SR 11.
    In detta zona è consentita la pesca con esche artificiali (ad esclusione delle esche siliconiche) munite di un solo dardo privo di ardiglione ed è obbligatorio l’uso del guadino.
    Ogni cattura dovrà essere immediatamente rilasciata.

Norme particolari per la pesca nelle acque del Lago di Fimon sono previste dal Regolamento per la gestione del Lago

  • L’esercizio della pesca delle carpe a fondo (carp fishing) è consentito solo dalle piazzole, dal tramonto all’alba, fatte salve le operazioni di posizionamento delle esche e lenze e di salpaggio che possono essere condotte con uso di natante.
  • L’esercizio della pesca da natante o da belly boat è vietato dal tramonto all’alba.
  • È fatto divieto di impiego del Carp Sack.
  • I segnalatori delle zone di pastura devono avere un cartellino con i dati anagrafici e l’indirizzo del pescatore e devono essere rimossi prima di abbandonare il sito di pesca.
  • È consentita la pasturazione esclusivamente con boilies. (solo per carp-fishing)
  • Ogni pescatore potrà detenere ed usare come esca un quantitativo massimo di 250 g. di mais.
  • Si ricorda che nell’utilizzo del natante -SOLO A REMI- è obbligatorio l’uso di giubbetti salvagente.

Zone di divieto

  • Canale Ferrara dalla sorgente a valle fino alla derivazione dello scolo Marzia.
  • Fiume Bacchiglione a Colzè nel tratto compreso tra i 10 metri a valle e i 10 metri a monte della scala di risalita per pesci.
  • Nel Bacino di espansione di Villa del Ferro (laghetto di San Germano) è vietata la pesca da natante, mentre è consentito l’uso del belly boat.

N.B. Il suddetto regolamento particolare deve ritenersi in aggiunta alle norme  per l'esercizio della pesca in provincia di Vicenza pubblicate ad inizio di ogni anno dalla Provincia stessa.